In questo 2016 che non sembra conoscere tregua per le disgrazie, se ne va un’altra pietra miliare della musica: Greg Lake muore dopo una dura battaglia contro il cancro. Il lucky man è stato autore e voce di alcune delle band più importanti del rock progressive degli anni ’60 e ’70, come i King Crimson dei primi due album e gli Emerson Lake & Palmer, tra le band più successo del prog, che lo ha visto impegnato dal 1970 alla fine del decennio, più alcune sporadiche apparizioni, di cui l’ultima all’High Voltage festival nel 2010.

Non solo, la carriera solista di Greg Lake inizia nel 1981 con un album che porta il suo nome e prosegue due anni dopo con Manoeuvres, prima di tornare in solo nel 2015 con la collaborazione di Geoff Downes.

La sua morte segue di alcuni mesi la tragica scomparsa di Keith Emerson, morto suicida nel marzo di quest’anno. Ma Greg Lake sarà ovviamente ricordato per la fortunata esperienza degli ELP, dove la sua voce, il suo basso e la sua chitarra hanno regalato alcune delle ballate più belle degli anni ’70.