A sorpresa, in America ristampano in vinile AMORE E NON AMORE. Che sia arrivata l’ora del riscatto internazionale per il nostro songwriter più amato? Lo abbiamo chiesto a Pat Thomas, che paragona Lucio Battisti a Serge Gainsbourg.

Spiegare Battisti agli americani (o agli inglesi) è sempre stata un’impresa improba. Ci riprova adesso la Light In The Attic, nel cui catalogo di ristampe sono presenti nomi come Tim Buckley, Lee Hazlewood, Rodriguez e Karen Dalton: in questi giorni, l’etichetta di Seattle rimette in commercio AMORE E NON AMORE del 1971 (il suo terzo Lp, ma il primo a essere concepito come album unitario) in una pregevole confezione in vinile da 180 grammi comprensiva di liner notes e intervista inedita con Mogol.

Abbiamo chiesto a Pat Thomas, curatore della ristampa, il senso di questa operazione. Leggi l’intervista completa fra le Good News del nuovo mensile in edicola dal 18 novembre: Noi Siamo Cantautori!